mercoledì 14 marzo 2012

La storiella del chi e del che

La storiella del chi e del che 
Presenta i suoni chi e che insieme ai
suoni  ca co cu, raccontando  la
seguente  storiella, per dare vivacità
alla lezione e far sentire le letterine
come qualcosa di animato.
(Devi   stimolare  la loro fantasia
 e alimentare  il clima di gioco
che è necessario  creare nella
classe)
Un giorno la letterina "c"
incontrò nel
bosco   la "a" si misero a braccetto
e si chiamarono "ca" e nacquero
le paroline "casa" "cane"...,
così successe con la "o"  e  si
chiamarono "co",nacquero 
 le  paroline "cono" -"coda"
 e con la "u" e si chiamarono
"cu" e  nacquero le paroline 
"cucina" "cuore".
Ma quando si avvicinò la
"e" la situazione
precipitò, perchè
alla "c" era antipatica
la "e",.... perchè????
 Perchè è troppo
complicata nella forma, é
vero bambini?
Si sale...si gira si
incrocia
si scende...troppo
difficile!!!!!
Tanto che abbiamo dovuto
disegnarla per terra e
camminarci sopra per
capire i movimenti...
vi ricordate bambini?
E così la "c" cominciò
a litigare , tanto che la
sentì la "h" , la letterina
fatina , che vuole sempre la
pace,così si mise
tra   loro due e la "c" si
calmò perchè con la "h "
in mezzo non vedeva più
la "e",
nacque il suono "che"
di chele , di cherubino.
Fai attenzione, quando richiami il suono
che  ,non dire "che si scrive con la "c"di cane
ma  con la "che" di  chele, è molto importante che
il bambino associ quel suono a quel disegno.
(Continua la storiella  con la chi  indicando la
"i" come quella vocale antipatica che con quel
cappellino in testa si dà sempre tante
arie......Ripeti tutto con la "g"      


Nessun commento:

Giochiamo a fare gli scienziati

Martina S. e Martina  L. a casa hanno ripetuto l' esperimento eseguito in classe lo scorso anno:     "L'aria pesa" ...