venerdì 28 agosto 2015

Backstage del Natale

Backstage del Natale di [Silvestri, Concetta]

Sinossi

In Paradiso il Padre Eterno cerca di dissuadere suo Figlio dallo scendere sulla Terra, prevedendo la brutta fine che avrebbe fatto. Il Figlio è titubante nel vedere tante cattiverie tra gli uomini, ma quando si accorge che viene fatta violenza sui bambini non ha più alcun dubbio. I preparativi per la sua discesa coinvolgono tutti gli abitanti delle sfere celesti. Vengono consultati Angeli e Profeti per conoscere il loro parere sul grande Evento. Tutto è pronto e viene inviato per l'annunciazione l'arcangelo Michele ma si imbatte in tante avventure
 
“Backstage
del
Natale”

Commedia brillante
 in due atti
di
Concetta Silvestri


Depositato alla S.I.A.E.

La scenografia sarà virtuale,  verrà creata con proiezioni sullo sfondo del palco

La scena si ambienta in Paradiso, ci sono nuvole dappertutto, (con scenografia virtuale) 6 computer sullo sfondo,  sistemati a semicerchio, 4 Angeli e due arcangeli Raffaele e Gabriele (2 angeli  indossano una  tunica azzurra, 2  rosa, gli arcangeli di colore dorato. Tutti hanno le ali. Sono  seduti davanti ai monitor dei computer  e   controllano   ciò che succede sulla Terra.
L’arcangelo Raffaele mentre sta lavorando, tenendo attaccata la sua mano al  mouse, parla con l’arcangelo Gabriele che si trova al lato opposto.

                                     Per la Scenografia
(Sullo sfondo verranno proiettate le scene che gli Angeli vedono sul monitor)

Scenografia iniziale: Proiezione di nuvole


Raffaele  :Gabriè…Gabriele…Uhè mi senti? Sei connesso?
Gabriele:Che vuoi!!! (con tono scocciato, mentre parla guarda sul suo monitor) dici vai …. Ti sento..ti sento…, sicuramente sarà una scemità…ma dici….ià  parla!


 Gabriele: Disgraziato!!! (con tono arrabbiato)
Raffaele: A me ??’E perché? (Raffaele guarda sempre sul suo monitor)
Gabriele: Disgraziato! (guarda sempre sul suo monitor e Raffaele sul suo)
Raffaele:Gabriè non mi far sferrare la corona se no arriviamo a chi sei tu e a chi sono io!
Gabriele:Perché fai così? (guarda sempre sul suo monitor)
Raffaele: Io? Guagliò… (Raffaele si gira  verso Gabriele  infastidito) tieni un’arte nel  passare dal torto alla ragione, ma chi sei Berlusconi???
Gabriele: (guarda sempre sul suo monitor) No ti prego no! Ascoltami!
Raffaele: ( si avvicina alla postazione di Gabriele) Ma quanta te ne sei fumata?Te l’ho sempre detto quella roba non la devi toccare….fa male , vedi che fine stai facendo?Quell’erba sta nel Paradiso terrestre per decorazione….hai capito????

Scenografia:
 Sullo sfondo viene proiettata la scena del furto di una maglia, in un negozio,  da parte di un ragazzino

Gabriele: (guarda sempre sul suo monitor e ora guarda anche Raffaele) Ce l’hai la coscienza?
Raffaele:  Pe mo’ tene a maglietta!!!(per ora ha la maglia)
Gabriele:Ma tu hai visto?La voce dell’Angelo custode non la sentono più! Gesù…Gesù…
Raffaele:Uhè, non  nominare il nome di Dio invano
Gabriele: E come  stai  appizzato (pronto al rimprovero) e …mi è scappato!!

Scenografia:
Sullo sfondo riappare la proiezione delle nuvole

Raffaele:E vallo a spiegare al Padre Eterno, va’…che ti è scapppato Quello…..  non ti crede!!! (pronunzia lentamente l’ultima parola)
Gabriele (guarda meravigliato Raffaele):Un Padre Eterno che non crede…. Stiamo alla frutta!!!
Raffaele: No!!! Lui,   a Lui si crede…  è a noi  che non crede! E comincia a fare  la predica, (con tono lamentoso)… e ”bada a come parli…misura le parole”…

Gabriele guarda ancora sul monitor e si agita molto.


Gabriele: Rafè…ma songo io fissato o laggiù stanno nu poco esagerando?

Raffaele guarda anche lui nel monitor di   Gabriele.



Scenografia:
Sullo sfondo viene proiettata la scena della rapina ad un anziano

Gabriele:Uhè ma questo  (guarda sul monitor) è proprio na munnezza, nooooo!! …lascia stare quel vecchietto…quei soldi sono la sua pensione…è tutto quello che ha!... … (dà i pugni sul tavolo)…

Raffaele dà una pacca sulla  spalla a Gabriele

Scenografia:
Sullo sfondo ritornano le nuvole


Raffaele:  Gabriè…. Una volta vedi,  una volta non vedi , non ti devi fare il sangue amaro! La vita è breve!

Gabriele si alza e guarda meravigliato Raffaele

Gabriele:Rafè, ma noi siamo Angeli…. siamo eterni!!!
Raffaele:Ah, meno male!!!Lo vedi che, ogni tanto,  ci sono anche le buone notizie? Gabriè, qua tutti sono utili e nessuno è necessario…ma  lo vorresti portare avanti tu il Paradiso?…

Raffaele dà dei tocchetti sulla spalla a Gabriele e dice….

Raffaele: Ci deve pensare il Papa se se ne cade la Chiesa!
Gabriele:La Chiesa ..il Papa? E che cos’è ?
Raffaele:Gabriè…roba grossa….non è roba per te!



Nessun commento:

I Sumeri: dai pittogrammi alla scrittura cuneiforme

Dopo aver conosciuto l'alfabeto sumero cuneiforme , dopo aver cercato su google cosa è un cuneo.. i bambini hanno scritto il loro nome ...