venerdì 28 agosto 2015

Facebook ..."condividi" con prudenza!

Facebook..."condividi" con prudenza! di [Silvestri, Concetta]

Sinossi

I Social network fanno parte ormai della vita dei ragazzi, il rapporto con tali piattaforme è quotidiano per non dire ossessivo! Spesso si creano situazioni impreviste e pericolose, nate da ingenuità e superficialità. Si condividono situazioni fin troppo personali e compromettenti, aprendo la porta del cuore a sconosciuti pericolosi. E' di uso corrente falsificare la propria età per iscriversi a Facebook, che pone il limite di 13 anni. L'autrice è stata sollecitata a scrivere il seguente testo dopo aver scoperto che una sua alunna, avendo dichiarato nel suo account di avere 20 anni anzichè 10, chattava di notte con un ragazzo molto più grande, su argomenti scabrosi e spesso a sfondo sessuale che avevano tanto turbato la bambina da parlarne con la sua maestra
 
 

Primo atto


La scenografia sarà virtuale per cui le immagini proiettate sul fondo del palcoscenico creeranno l’ambiente
Prima proiezione : Una cameretta per bambini  
 In un angolo il computer, seduta al computer c’è una bambina e accanto a lei 9 ragazzini, compagni di scuola (Alessia,Adriana,Fabiana, Giovanna, Mino, Luigi L, Ciro, Rosanna, Patrizia)
Rosanna: Ragazzi, Brunella è in linea!
Fabiana: E che aspetti, contattala, dai!
Giovanna:  Mamma mia, che emozione, da tanto che  non la vedo, vorrei proprio parlarle!
Luigi L.: Giovà, nientemeno! Ora c’è internet,  lo sai?….Accendi il computer, vai su Facebook… user e password e ….Brunella è là…  che ci vuole !
Giovanna: Ci vuole il computer…
Ciro:Nooooooo, non mi dire che non hai il computer?
Giovanna abbassa la testa mortificata
Luigi L.: Non è possibile!
Giovanna rimane con gli occhi bassi
Mino: Luigi , ma che c’è qualche problema??? Mia sorella ed io il computer non ce l’abbiamo…. (rallenta  il ritmo e il tono) “ancora” va bene? e per noi non è un problema…va bene?….lo compreremo, ma per il momento  a noi  non  serve (accentua il tono su “noi”) , va bene? abbiamo deciso di no…va bene? (con tono più arrabbiato)
Luigi: Ma io tre  parole ho detto!
Giovanna (incoraggiata dalle parole del fratello acquista sicurezza): Sì…sì…veramente,  mamma ce lo voleva comprare ci ha detto “Lo volete il computer per Natale” e noi abbiamo risposto “No mamma,   non c’è bisogno abbiamo quello di scuola”
Mino: Infatti…e poi quando stiamo a casa  andiamo a giocare nel cortile…. quando ce l’abbiamo il tempo per perdere il  tempo sul computer?
Adriana: Beati voi… io tengo il computer ma non tengo il cortile
Mino e Giovanna: Poverina, se vuoi ti prestiamo il nostro
Luigi L.: Non scherziamo…. Senza il computer non si fa niente, non si vive…
Rosanna: Senza  computer …non si vive???? Guagliò  tu  non stai bene!
Patrizia: E che  fai senza   messenger …senza facebook
Luigi L.: Io su facebook  tengo 200 amici
Patrizia: Tu…uhhh… ti ho superato,  io 350 amici
Alessia: 350 amici? E come si chiamano?
Patrizia: Ahè…e che ne so’
Alessia: Ma come sono amici tuoi e non sai come si chiamano?
Patrizia: Sì lo so, ma non me li ricordo
Fabiana: E che razza di amici sono se non te li ricordi?
Luigi L.: Ahhh, ma quante domande vi fate voi…sono amici e basta
Mino: Voi fate a gara ad avere più amici che nemmeno conoscete?
Adriana:Io veramente ne ho 45 ma sono amici veri
Luigi L.: No, ma non funziona così,  quanti più amici hai, meglio sei
Fabiana: Meglio di  chi?
Patrizia: Meglio di chi ha pochi amici
Giovanna: Ma forse è meglio che il computer non ce l’ho
Rosanna guarda sul monitor
Rosanna: Brunella se n’è andata!
Giovanna: E per forza,  per contare gli amici inutili ci perdiamo quelli  veri!
Luigi L.: Vediamo quanti amici tiene Brunella
Si avvicinano tutti al computer per guardare
Patrizia: Ehhh, che miseria solo 70
Luigi L.: Patrizia siamo i megli…schiatta il cinque
Luigi L. si avvicina a Patrizia e batte la sua mano contro la sua
Sul fondo si proietta la schermata di facebook di una bambina

Fabiana: Vediamo chi sono i suoi amici
Alessia: Ci siamo quasi tutti noi, i ragazzi del gemellaggio elettronico  di Cagliari e  di Torino e poi ci sono i suoi nuovi compagni di Imperia
Sul fondo si proietta la schermata di una lista di amici di facebook

Adriana: Vediamo le sue foto?
Sul fondo si proietta la schermata di foto su facebook d una bambina con amici, con il suo cane, con i genitori
Patrizia: Mamma mia, ma questa è tutta imbranata!
Giovanna: Perché?
Patrizia: Luigi …Ciro….ah, ah, ah (ride in modo ironico )  ma vedete  che foto mette questa?
Rosanna: Ma perché che tengono queste foto che non va?
Patrizia: Ma sono troppo a criatura(a bambina)
Rosanna: Ma lei è una bambina!
Patrizia: Sì,  ma che c’entra, ma pure e creature si devono sapere  mettere in posa!
Luigi L.: Patrizia, queste non hanno capito niente,  fai vedere le tue!

Patrizia con orgoglio fa spazio per sedersi davanti  al computer e entra nel suo profilo.

Nessun commento:

Giochiamo a fare gli scienziati

Martina S. e Martina  L. a casa hanno ripetuto l' esperimento eseguito in classe lo scorso anno:     "L'aria pesa" ...