martedì 29 aprile 2014

gemellaggio elettronico Napoli Cagliari

logo
home

Gemellaggio elettronico Cagliari-Napoli
Una bella collaborazione virtuale tra bambini
di Maria Lidia Locci (CA) e Concetta Silvestri (NA)
affari esteri

PRESENTAZIONE E IMPRESSIONI, a cura di Concetta Silvestri
Il Progetto è nato nell’a.s. 2008-2009 sulla piattaforma di Forumlive, un sito in cui docenti di ogni parte d’Italia e di ogni ordine di scuola si incontrano per collaborare, condividere, comunicare. E’ una comunità virtuale  nata in seguito agli incontri di docenti su una piattaforma allestita dall’ Indire (oggi ANSAS) per il Piano Nazionale di formazione degli insegnanti sulle nuove tecnologie. Nell’ambito del Forum è maturata  l’idea del gemellaggio con la collega Maria Lidia Locci tra la classe terza Primaria del “2° Circolo Didattico di Quartu Sant’Elena” (Ca) e le classi terza A/B Primaria dell’I.C. “82° D’Acquisto” (Na), per condividere scambi di esperienze, di socializzazione e di attività.
La Comunità di Forumlive ci ha messo a disposizione una piattaforma riservata e protetta da password (in ambiente moodle, visibile nella foto1) dove abbiamo allestito  un “forum bambini” e una chat (foto 2), strumenti con i quali gli alunni hanno potuto comunicare a distanza in tempo reale. I bambini avevano inoltre la possibilità di scambiarsi files tramite procedimenti di upload/download e di scaricare le risorse messe a disposizione dalle Insegnanti.


ATTIVITA’ SVOLTE:

Nel corso dell’anno abbiamo trattato le tradizioni sarde e campane.
Per il periodo natalizio è stato realizzato
un ricettario sardo-campano (foto 3).
Da gennaio abbiamo approfondito le
origini e la storia della Sardegna e della Campania. Insieme abbiamo partecipato al concorso”Regoliamoci” indetto dall’associazione “Libera” e per l’occasione i bambini di Cagliari e di Napoli hanno registrato il copione “Emergenza rifiuti a Napoli”
MESSAGGIO INIZIALE INSERITO NEL "FORUM BAMBINI" (foto 4,5,6)
Cari bambini di Quartu Sant'Elena e cari bambini di Napoli, con il computer le distanze non esistono più.
Tra la Sardegna e la Campania c'è il mare?...
Con Moodle si è prosciugato tutto ed eccoci qua vicini vicini!!!!

L'ORA DI CHAT (foto 7,8)

Il momento più coinvolgente del Progetto è stata l'ora di chat che abbiamo organizzato con i nostri alunni. I bambini, tramite forum, si sono dati appuntamento alle 15,30 nei rispettivi laboratori di informatica e "Via!!" è partita la conversazione. Tutti gli alunni erano molto emozionati, era stata tanta l'attesa che le parole mancavano e poi, come sanno fare solo i bambini, si sono sciolti grazie alla loro spontaneità e ....sono partiti i complimenti, gli scambi di esperienze e di saluti.
Che magia il computer!!!!
In un attimo tutte le distanze si sono annullate.


DUE MOMENTI SIGNIFICATIVI DEL GEMELLAGGIO, a cura di Maria Lidia Locci
LA PRIMA CHAT

Non nego l’esistenza delle difficoltà organizzative da superare, ma con un po’ di buona volontà tutto si supera!
Inizialmente nella nostra scuola mancava il collegamento Internet, condizione indispensabile per un gemellaggio elettronico; quando il collegamento fu ripristinato, mi ritrovai con cinque postazioni funzionanti; in seguito se ne aggiunsero altre due “quasi” funzionanti…………….
La chat era salva , o perlomeno… possibile: i bambini erano eccitatissimi, si incontravano per la prima volta con altri compagni d’oltremare .
Per quell’evento chiesi la collaborazione della mia collega che mi seguì in aula d’informatica con tutti i 22 bambini, che si raggrupparono intorno a quei pochi pc e scrivevano in modo convulso: - come ti chiami? Io mi chiamo… come state? cosa avete mangiato?
Erano stati presi da febbre da chat: non leggevano neppure, ma scrivevano soltanto...
Tutti contenti della prima esperienza, nonostante le difficoltà per alternarci al pc, ci proponemmo per la settimana successiva un’organizzazione diversa, per piccoli gruppi, in modo da fare una chat più ordinata (foto 9, 10).
RECITAZIONE A DISTANZA
Durante le vacanze di Natale venni a conoscenza del concorso “Regoliamoci”, promosso dall'associazione "Libera"; mandai immediatamente una mail a
- Tinaaa………………!!!!!!!!! Tu scrivi il copione ed io mi occuperò del montaggio delle battute!
Sembrava la cosa più facile al mondo,  era un’idea bellissima che piacque subito ad entrambe …
A dir la verità, Tina dovette scrivere due volte il copione, ma lei scrive copioni con una tale facilità che non protestò quando le feci notare che il primo non coinvolgeva tutti i bambini. Inoltre era troppo lungo…. Avremmo dovuto tener conto del peso del file audio finale, per poterlo allegare alla nostra piattaforma. Suggerii di scrivere molte battute corali per tutti i bambini e promisi :
- Domani proverò anch'io a rielaborare ciò che hai scritto tu e aggiungere qualcosa, ma, ripeto, io non sono così brava.....
Non me ne diede il tempo perché l’indomani mi mandò un altro copione: meravigliosamente strutturato, era perfetto!
BRAVA, le gridai! Questa ragazza è davvero una scrittrice, pensai! E anche paziente!
Dovette rifare molte registrazioni perché si sovrapponevano le voci e non potevo separare le battute, altre perché risultavano urlate…
Dopo parecchi giorni di lavoro per il montaggio, mi ritrovai un file di peso superiore al consentito dalla piattaforma moodle e per condividerlo con Tina e i suoi bambini dovetti dividerlo in due parti.
Per i bambini fu un altro momento emozionante risentirsi nella recitazione completa. Visibilmente contenti e soddisfatti, alla fine, applaudirono cantando: E siamo noi e siamo noi…….
Inutile raccontare anche la soddisfazione di noi insegnanti e dei genitori!
Le foto*
moodle
foto 1 - La nostra piattaforma moodle
chat
foto2 - immagini della chat

foto 3 -  il ricettario sardo-campano
forum1
foto 4 - Schermata del forum
forum2
foto 5 - Schermata del forum
forum3
foto 6 - Schermata del forum
chat CA1
foto 7 - si chatta da Cagliari...
chat NA1
foto 8 - ... e da Napoli
napoli
foto 9 - A Napoli, in laboratorio con l'insegnante
cagliari
foto 10 - A Cagliari, in laboratorio con l'insegnante
lidia
foto 11 - La maestra Lidia in laboratorio
lab
foto 12 - ... e come sono attenti i bambini!
*La pubblicazione delle foto è autorizzata dalle famiglie dei ragazzi

Nessun commento:

I Sumeri: dai pittogrammi alla scrittura cuneiforme

Dopo aver conosciuto l'alfabeto sumero cuneiforme , dopo aver cercato su google cosa è un cuneo.. i bambini hanno scritto il loro nome ...